Musicoterapia

La musicoterapia con le campane tibetane ha avuto già grande riconoscimento nel mondo medico come terapia supplementare. 

È un’esperienza fantastica, che oltre a rilassare moltissimo, dona anche grande sollievo e beneficio a tutto il corpo e all’anima.

I favolosi trattamenti con le campane tibetane e la musicoterapia regalano emozioni uniche e sono in grado di risolvere molteplici fastidì psicosomatici e fisici (ottimi contro dolori e insonnia).

Le Campate Tibetane

Le campane tibetane favoriscono la consapevolezza, l’armonia e l’evoluzione dell’uomo e sono, inoltre, strumento di contatto tra le dinamiche terrestri e le sfere celesti. La loro composizione deriva da una lega di sette metalli che sono in corrispondenza con i sette principali pianeti: proprio tali pianeti fungono da ponte tra l’uomo sulla terra e le stelle nell’universo. Il sottile suono delle campane produce un profondo effetto simpatico, andando a risvegliare le zone corporee più silenti, dove magari muscolature contratte, per effetto di stress differenti, hanno perso l’elasticità e la capacità di essere in armonia risonante con l’intero organismo.

Il Massaggio sonoro con le campane produce un effetto positivo sull’intero metabolismo cellulare: un primo riscontro facilmente percepibile avviene sulla qualità del sonno, che diventa pienamente rigenerante.

La musicoterapia con le Campane tibetane è chiamata “Ricettiva”, dato che il terapeuta lavora sulle associazioni vibrazionali, corporee ed emotive suscitate dal’ascolto  dello strumento musicale. Con la campana tibetana , il terapeuta propone uno stimolo, invia un messaggio, che lavora da dentro il corpo, attraverso una riarmonizazione interna (secondo processi e dinamiche proprie delle campane come le vibrazioni, le frequenze, ecc) provocando l’attivazione di una spontanea risonanza con l’ambiente. Un ‘impressione dall’esterno provoca effetti all’interno. Il potere curativo è molto profondo, dando luogo ad una relazione orientata al benessere e alla guarigione. Molto utile anche come tecnica di lavoro terapeutico per bambini in caso di insonnia, iperattività, difficoltà di concentrazione, ecc