Fiori di bach

“Non tenete conto della malattia. Pensate soltanto alla prospettiva che ha della vita altrui colui che ne è afflitto.”, sono queste le parole del medico Edward Bach, un’omeopata inglese, nell’introduzione del libro che scrisse nel 1930 per presentare il suo metodo di cura.

Il metodo di guarigione di Bach usa le forze naturali di alcune varietà di fiori selvatici ed innocuoi; secondo il medico, certi rimedi floreali, adoperati da soli o insieme a qualunque cura, cambiano gli stati mentali negativi, poichè “La malattia è la concretizzazione di un atteggiamento mentale”; di conseguenza, quest’ultimo è causa base della malattia.

Secondo i cultori dei fiori di Bach, i rimedi floreali hanno un effetto molto sottile sugli stati mentali ed influiscono solo indirettamente sul corpo; tuttavia, il cambiamento generale della persona, più o meno lento che sia, sarà completo.

Edward Bach credeva implicitamente della cura della prima persona ammalata piuttosto che della malattia; questo convincimento, insieme al suo intenso sentimento della patologia.
A proposito delle malattie, Bach adottò un punto di vista piuttosto intransingente: queste sorgono dall’incapacità del paziente di ascoltare il proprio intuito e seguire un istinto positivo. Egli riteneva che l’essere umano diventa vulnerabile alle malattie quando una resistenza di fondo agisce come ostacolo al vero sviluppo della personalità; tale resistenza può prendere la forma di emozioni come ansia, ira o rigidità mentale, che potrebbero essere sufficienti a bruciare il potenziale positivo di una persona equilibrata.

Diffusione dell'uso dei fiori

I Fiori di Bach non scindono corpo e stato d’animo ma lavorano su entrambi i fronti e ciascuno di essi è indicato per personalità diverse. Curarsi con i fiori dei Bach spinge anche a conoscere meglio chi siamo nel profondo. 

I fiori non curano la malattia, ma sono volti a sbloccare la forza reattiva di un individuo e a mobilitare le forze interiori per innescare un cambiamento positivo e quindi la guarigione.

L’essenza indicata lavora sul riequilibrio delle emozioni negative che favoriscono l insorgere dei vari disturbi. Indicati per tutti i disturbi soprattutto insonnie, ansie, paure, mancanze di vario genere, conflitti diversi (con se stessi o altri) , stipsi, diarrea, traumi ( presenti o passati), miglioramento di umore, prestazioni, autostima, e comportamento con il prossimo, raggiungimento dei propri obiettivi. 

Si possono anche alleviare tensioni muscolari e cefalee. Utile anche in caso di allergie e per i bambini (dentizione, iperattività, distacco dal genitore, pipì a letto, concentrazione, ansia da esami, ecc).

I fiori di Bach per Bambini

Sono adatti a tutti, anche ai neonati o ai bambini più grandicelli perchè non hanno ancora nessun effetto collaterale.

Inoltre possono essere assunti anche assieme a farmaci tradizionali ed omeopatici, basterà sostituire l’alcol per i bimbi e i neonati con acqua, in questo caso la preparazione dura 4 o 5 giorni o va rifatta.

Nei bimbi le tensioni a livello familiare o per questioni scolastiche o problemi con gli amici possono generare ansie mascherate in comportamenti o sintomi differenti e
non direttamente riconducibili ad un problema, come asma o pipì a letto; è dunque possibile ricorrere alla floriterapia.